335 7022341 info@cassolmarco.it

La stufa a legna ad accumulo: una soluzione sempre in voga per arredare il salotto

Riscaldare la casa, specialmente in questi ultimi anni dove gli inverni sono stati piuttosto rigidi, è un prerogativa importante ed è per questo che per trovare la soluzione migliore che possa abbinare esigenze estetiche e funzionali bisogna prendersi in anticipo.

Questo è il periodo ideale infatti sia per chi ha in progetto di costruire una casa, iniziare una ristrutturazione, oppure per chi semplicemente vuole migliorare il proprio sistema di riscaldamento, liberandosi delle oscillazioni del prezzo dei combustibili fossili e utilizzando la legna, e in particolare la stufa ad accumulo, come mezzo di riscaldamento.

Le stufe a legna ad accumulo, soprattutto quelle di nuova generazione con lineamenti moderni sono considerate a tutti gli effetti un complemento d’arredo. Si integrano infatti perfettamente nell’ambiente, danno un tocco caratteristico e distintivo in base ai gusti e, essendo dotate di panche a legna molto spesso con schienale riscaldato, risultano essere un tutt’uno con la casa e con l’ambiente domestico.

Una sicurezza quindi, “un luogo sacro” progettato per riscaldare e per rendere piacevoli e rilassanti i momenti della giornata in cui si torna a casa dal lavoro o si ha un po’ di tempo per leggere un buon libro, scrivere un messaggio su WhatsApp, andare su Facebook, bere un buon bicchiere di vino oppure un té o un infuso. Di cose da fare se ne possono trovare tante, ma con la stufa ad accumulo accesa e la schiena al calduccio di sicuro tutto risulta più piacevole!

 

Ma come arredare il salotto con una stufa?

A questa domanda non c’è una risposta unica perché dipende dai gusti e dallo stile personale. In base a questi il fumista (il professionista che progetta e installa la stufa ad accumulo a legna) può fornire varie soluzioni, tradizionale, rustica, di design, moderna, arrotondata oppure dai profili squadrati e decisi. Generalmente si cerca di avvicinarsi allo stile che già è presente nella casa, ma si tratta sempre di scelte personali. Inoltre è possibile considerare il punto o l’angolo dove si vuole inserire la stufa a legna ad accumulo come una tela bianca dove il fumista, in base alle esigenze di riscaldamento e di arredamento, disegnerà la perfetta combinazione.

 

E il riscaldamento invece?

Le stufe a legna ad accumulo se fatte da mani esperte, e per questo consigliamo solo di affidarsi a fumisti professionisti, garantiscono alti rendimenti. Il sistema di giro fumi infatti permette di far circolare il calore all’interno della stufe riducendo le dispersioni e fornendo ore di riscaldamento costante con un solo carico di legna. Ma può riscaldare tutta la casa, anche a due piani? Dipende. Il calore della stufa a legna si può propagare in tutta la casa ma bisogna verificare dispersione e planimetria. Molti progetti inoltre prevedono l’installazione sotto le scale che portano al piano superiore per poter beneficiare di ulteriore calore.

Rispetto ad una stufa a legna ventilata poi che sposta l’aria muovendo polvere e particelle che sono presenti nell’ambiente la stufa ad accumulo riscalda ad irradiazione senza movimento di aria forzata e risulta così più salutare. A beneficiarne non sono solo le persone che soffrono di asma e gli allergici, ma tutti in generale in quanto l’aria dell’ambiente riscaldato da una stufa a legna ad accumulo non è mai troppo secca o troppo umida e questo si riflette sul benessere e sulla qualità di vita.

Guarda qui alcune tipologie di stufe già realizzate

Pin It on Pinterest